PROGRAMMA DIDATTICO DEL CORSO

 (art. 37 commi 10,11 e 47 d.lgs 81/08)

Il corso vuole fornire ai rappresentanti dei lavoratori (R.L.S.) le conoscenze base della sicurezza e della salute sul luogo del lavoro, in applicazione delle normative vigenti. 

Modulo A ( ore 8) – PRINCIPI COSTITUZIONALI E CIVILISTICI; LA LEGISLAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO; I SOGGETTI COINVOLTI 

1. Quadro normativo di riferimento – 4 ore

Introduzione al corso

Principi legislativi di riferimento

Evoluzione della normativa

Giurisprudenza (civile, penale e costituzionale)

 

2. Il ruolo del R.L.S. – 4 ore

Il compito e le attribuzioni del R.L.S.

I soggetti coinvolti

Le previsioni normative degli articoli 47, 48, 49, 50 del D.lgs 81/08; gli accordi interconfederali

Il R.L.S. e il sindacato 


Modulo B (ore 12) – I RISCHI LAVORATIVI: LA DEFINIZIONE E LA VALUTAZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO 

3. I rischi lavorativi – 8 ore

Definizione dei fattori di rischio: aspetti normativi

Il rischio fisico

Il rischio da agenti chimici, biologici, cancerogeni e mutageni

Il rischio incendio

Rischi derivanti dalla presenza di ditte appaltatrici/lavoratori autonomi (cd rischi “interferenziali”)

Cenni di rischi derivanti da fattori psicosociali/economici


4. La valutazione del rischio – 4 ore

Il processo di valutazione del rischio

L’individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione

Interventi di miglioramento

Sistema di controllo delle misure adottate

 

Modulo C (ore 8) –  COMUNICARE LA SICUREZZA 

5. La Nozioni di tecnica della comunicazione

 Strategie comunicative

La gestione delle riunioni

La negoziazione ed il ruolo propositivo/consultivo dell’R.L.S.

La diffusione della cultura della sicurezza

 

-     Il corso di aggiornamento è pari a 4 ore annue per imprese fino a 50 dipendenti ed 8 oreannue per imprese che occupano oltre 50 dipendenti

-       Per favorire l’apprendimento, il corso viene svolto con un metodo altamente interattivo, in modo da favorire il coinvolgimento degli allievi, di favorire la discussione e l’esame di casi pratici

Il corso si conclude con un test di verifica e apprendimento. L’attestato sarà consegnato a fine corso prevsio superamento del test di verifica

 

PROGRAMMA DIDATTICO DEL CORSO

(art. 37 commi 10,11 e 47 d.lgs 81/08)

 

 

Il corso vuole fornire ai rappresentanti dei lavoratori (R.L.S.) le conoscenze base della sicurezza e della salute sul luogo del lavoro, in applicazione delle normative vigenti.

 

 

Modulo A ( ore 8) – PRINCIPI COSTITUZIONALI E CIVILISTICI; LA LEGISLAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO; I SOGGETTI COINVOLTI

 

1. Quadro normativo di riferimento – 4 ore

Introduzione al corso

Principi legislativi di riferimento

Evoluzione della normativa

Giurisprudenza (civile, penale e costituzionale)

 

2. Il ruolo del R.L.S. – 4 ore

Il compito e le attribuzioni del R.L.S.

I soggetti coinvolti

Le previsioni normative degli articoli 47, 48, 49, 50 del D.lgs 81/08; gli accordi interconfederali

Il R.L.S. e il sindacato

 

Modulo B (ore 12) – I RISCHI LAVORATIVI: LA DEFINIZIONE E LA VALUTAZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO

 

3. I rischi lavorativi – 8 ore

Definizione dei fattori di rischio: aspetti normativi

Il rischio fisico

Il rischio da agenti chimici, biologici, cancerogeni e mutageni

Il rischio incendio

Rischi derivanti dalla presenza di ditte appaltatrici/lavoratori autonomi (cd rischi “interferenziali”)

Cenni di rischi derivanti da fattori psicosociali/economici

 

 

 

4. La valutazione del rischio – 4 ore

Il processo di valutazione del rischio

L’individuazione delle misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione

Interventi di miglioramento

Sistema di controllo delle misure adottate

 

 

Modulo C (ore 8) –  COMUNICARE LA SICUREZZA

 

5. La Nozioni di tecnica della comunicazione

 Strategie comunicative

La gestione delle riunioni

La negoziazione ed il ruolo propositivo/consultivo dell’R.L.S.

La diffusione della cultura della sicurezza

 

 

 

-       Il corso di aggiornamento è pari a 4 ore annue per imprese fino a 50 dipendenti ed 8 oreannue per imprese che occupano oltre 50 dipendenti

-       Per favorire l’apprendimento, il corso viene svolto con un metodo altamente interattivo, in modo da favorire il coinvolgimento degli allievi, di favorire la discussione e l’esame di casi pratici

-       Il corso si conclude con un test di verifica e apprendimento. L’attestato sarà consegnato a fine corso prevsio superamento del test di verifica.PROGRAMMA DIDATTICO DEL CORSO

(art. 37 commi 10,11 e 47 d.lgs 81/08)

 

 

Il corso vuole fornire ai rappresentanti dei lavoratori (R.L.S.) le conoscenze base della sicurezza e della salute sul luogo del lavoro, in applicazione delle normative vigenti.

 

 

Modulo A ( ore 8) – PRINCIPI COSTITUZIONALI E CIVILISTICI; LA LEGISLAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO; I SOGGETTI COINVOLTI

 

1. Quadro normativo di riferimento – 4 ore

Introduzione al corso

Principi legislativi di riferimento

Evoluzione della normativa

Giurisprudenza (civile, penale e costituzionale)

 

2. Il ruolo del R.L.S. – 4 ore

Il compito e le attribuzioni del R.L.S.

I soggetti coinvolti

Le previsioni normative degli articoli 47, 48, 49, 50 del D.lgs 81/08; gli accordi interconfederali

Il R.L.S. e il sindacato

 

Modulo B (ore 12) – I RISCHI LAVORATIVI: LA DEFINIZIONE E LA VALUTAZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO

 

3. I rischi lavorativi – 8 ore

Definizione dei fattori di rischio: aspetti normativi

Il rischio fisico

Il rischio da agenti chimici, biologici, cancerogeni e mutageni

Il rischio incendio

Rischi derivanti dalla presenza di ditte appaltatrici/lavoratori autonomi (cd rischi “interferenziali”)

Cenni di rischi derivanti da fattori psicosociali/economiciPROGRAMMA DIDATTICO DEL CORSO

(art. 37 commi 10,11 e 47 d.lgs 81/08)

 

 

Il corso vuole fornire ai rappresentanti dei lavoratori (R.L.S.) le conoscenze base della sicurezza e della salute sul luogo del lavoro, in applicazione delle normative vigenti.

 

 

Modulo A ( ore 8) – PRINCIPI COSTITUZIONALI E CIVILISTICI; LA LEGISLAZIONE IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO; I SOGGETTI COINVOLTI

 

1. Quadro normativo di riferimento – 4 ore

Introduzione al corso

Principi legislativi di riferimento

Evoluzione della normativa

Giurisprudenza (civile, penale e costituzionale)

 

2. Il ruolo del R.L.S. – 4 ore

Il compito e le attribuzioni del R.L.S.

I soggetti coinvolti

Le previsioni normative degli articoli 47, 48, 49, 50 del D.lgs 81/08; gli accordi interconfederali

Il R.L.S. e il sindacato

 

Modulo B (ore 12) – I RISCHI LAVORATIVI: LA DEFINIZIONE E LA VALUTAZIONE DEI FATTORI DI RISCHIO

 

3. I rischi lavorativi – 8 ore

Definizione dei fattori di rischio: aspetti normativi

Il rischio fisico

Il rischio da agenti chimici, biologici, cancerogeni e mutageni

Il rischio incendio

Rischi derivanti dalla presenza di ditte appaltatrici/lavoratori autonomi (cd rischi “interferenziali”)

Cenni di rischi derivanti da fattori psicosociali/economici


Formazione per rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza - RLS

Formazione per rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza - RLS

Corso di aggiornamento 9 e 16 marzo 2019 - ISCRIZIONI APERTE
Con riferimento al Provvedimento dell'Autorità Garante per la Tutela e Protezione dei Dati Personali "Individuazione delle modalità semplificate per l'informativa e l'acquisizione del consenso per l'uso dei cookie - 8 maggio 2014" (Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 126 del 3 giugno 2014) informiamo che questo sito non utilizza cookies di profilazione ma solo cookies di natura tecnica o funzionale. Per maggiori informazioni prendere visione dello specifico paragrafo all'interno della Privacy Policy del sito.
OK